Quali sono le diverse tipologie di yogurtiera?

Pubblicato da Michele il

Come puoi immaginare, non tutti i modelli di yogurtiera sono uguali. Il mercato offre infatti diversi modelli, che differiscono non solo per la forma e la loro struttura, ma anche e soprattutto per le loro prestazioni. Sapresti identificare tutte le differenze? Scopriamolo insieme!

Tipologie e differenze

La yogurtiera è un elettrodomestico ormai molto diffuso. Si tratta di una incubatrice nella quale i batteri dello yogurt caldo possono proliferare, e aiutarti ad ottenere tanto prodotto gustoso, cremoso e genuino. Sul mercato ce ne sono diverse varianti.

Innanzitutto ci sono i modelli di yogurtiera a caraffa. Esse sono costituite da due cestelli. Uno è più piccolo e serve a contenere gli ingredienti, mentre il secondo crea una camera di aria calda nella quale i batteri possono fermentare. Questo modello è molto diffuso soprattutto per uso domestico, poiché ha delle dimensioni contenute. Tuttavia, come puoi immaginare, permette di ottenere solo poche dosi di yogurt, e di un solo gusto alla volta.

Segue poi il modello a vasetti. Questa variante rappresenta sicuramente un ingombro maggiore nelle nostre cucine domestiche, ma al tempo stesso permette di ottenere diversi vasetti di yogurt, anche dai gusti diversi. Si tratta essenzialmente di un vassoio nel quale inserire tutti i vasetti che vuoi, che viene poi chiuso da un coperchio. 

La comodità di quest’ultimo modello sta nel fatto che, al termine della produzione dello yogurt, esso sarà già contenuto in comodi vasetti. Essi possono essere direttamente messi in frigo, e rappresentano delle porzioni molto comode anche da consumare o da portare sempre con te.

Come abbiamo visto, ci sono diverse tipologie di modelli di yogurtiera, ognuna con i suoi pro e contro. Imparare a distinguere queste differenze vuol dire concludere un acquisto più oculato ed in linea con le tue esigenze d’uso.

Leggi anche: Come scegliere una sedia gaming?

Categorie: Cucina